Supervisione

In cosa posso aiutarti, collega Counselor?

A trovare IL CORAGGIO DI APRIRE IL TUO CUORE,
perché, in questa professione,
il cuore dei tuoi Clienti non si aprirà se tu non apri il tuo. 

 

Se un Counselor ha difficoltà a promuoverti e a trovare Clienti,
la Supervisione sarà mirata a creare uno spazio di ascolto dove esplorare quali siano le paure che bloccano il desiderio di intraprendere questa professione.
In effetti il successo come Counselor deve essere vissuto come un pericolo –  per una parte del mondo interno non consapevole –  che ha strutturato quella convinzione che impedisce di avvicinare ogni Cliente.

Se il Counselor porta invece una difficoltà di gestione della relazione con un Cliente, in Supervisione si tratterà di esplorare e scoprire quale pericolo egli stia RI-FLETTENDO,  e così bene perché è lo stesso che rende inefficace il professionista.
Perché il blocco che sta chiudendo il cuore al Cliente non è che l’altra faccio della paura nel cuore del Counselor.

Quando in Supervisione il Counselor può sperimentare il coraggio di vivere le emozioni del proprio cuore,  solo allora troverà la  sensibilità e capacità di IMMAGINARE, di VEDERE, di ASCOLTARE il coraggio nel cuore del suo Cliente.

Alla fine il dono che ti porta quel Cliente è quello di farti apprezzare quella specifica ricchezza del tuo cuore.

 

Nota bene: La Supervisione può essere potenziata acquisendo le competenze esperienziali dell’Aggiornamento proposto in altra pagina.

04.02.2020