Homepage

“Non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada. E tu la tua.
Io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo…salvarmi, ecco: salvarmi!
Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri.”
A.Baricco – Oceano mare

Desidera.
Parola meravigliosa dall’affascinante etimologia.
Nasce dall’unione della preposizione latina de, che indica allontanamento, separazione, e dal sostantivo sidus-sideris, stella, costellazione.
Desiderare significa essere lontano dalle stelle, esserne privi.
Il desiderio è dunque disorientamento, mancanza di riferimenti precisi.
Sembra un paradosso.
Eppure, proprio quella “mancanza di stelle” si trasforma in anelito, in ricerca,
quando ti senti perso e la difficoltà di vivere riesce a spingerti a ritrovarsi.
Poi, quando nasce la curiosità, allora il desiderio diventa un dono prezioso.
Diventa l’anelito che ci guida a percorrere la distanza fra noi e le nostre stelle.
La forza che muove i nostri passi.
Il mio desidero è accompagnarvi nel vostro cammino.
Alla scoperta dei vostri desideri.
La condizione indispensabile è il coraggio di aprire il tuo cuore.
Tu ne hai?

 

Chi sono

Cosa faccio

Counseling dei Desideri

Il Counseling dei Desideri

Dietro ogni difficoltà si cela un desiderio.
Anche se sembra una contraddizione.
Eppure questo è ciò che ho scoperto in 16 anni di professione come Counselor e come Supervisore.
Questo è quello che sono venuti a insegnarmi Clienti e Allievi.

In verità, di solito, le persone vengono da me perché hanno una difficoltà nella loro vita: nelle loro relazioni affettive, oppure nel soddisfare le loro passioni, nel prendersi il piacere dalla vita, o ancora nel realizzarsi in ambito lavorativo.

Dunque alle persone che chiedono il mio aiuto manca qualcosa per essere felici.
La difficoltà quindi offre la possibilità di individuare ciò che ci manca.
E in quella mancanza si nasconde il desiderio più segreto della loro anima.
La realizzazione di ciò che desideriamo, allora, è la trasformazione di quella mancanza in presenza.

Quindi, non c’è contraddizione nell’affermare che ogni difficoltà nasconde un desiderio che chiede di essere visto, ascoltato e soddisfatto, e che più forte è la difficoltà più grande è il desiderio.
La difficoltà è dunque ritrovarsi “in una selva oscura, ché la diritta via era smarrita”, ma è anche il richiamo a entrare in contatto con una parte dimenticata di se stessi, una parte nascosta e, per questo, preziosa.
Quella stessa difficoltà è dunque la porta che se varcata permette di andare oltre le proprie certezze, è l’opportunità di imparare il linguaggio dell’anima, quello dalla comunicazione emozionale, dei gesti impliciti, dei segreti del cuore.
I desideri si manifestano solo a chi ha il coraggio di aprire il cuore ai propri sogni.

Entrare in comunicazione diretta con la nostra parte desiderante, ci permette di consegnarle il compito di guidarci, perché è in quella parte che risiede la nostra saggezza”.

Affidarsi a quella parte è il Counseling dei desideri.

L’etimologia che io trovo più bella per la parola desiderio deriva dal verbo siderare che ha il significato di “guardare le stelle per leggere cosa si può, nel futuro”, in quest’ottica il de-siderare è quell’azione, quel coraggio, quell’azzardo di non accontentarsi, e di andare “oltre” quello che altri ci hanno detto che era “il nostro destino” nel camminare su questa terra.

Contatti

Questa è una pagina con alcune informazioni di base per un contatto, quali un indirizzo ed un n numero di telefono. Puoi anche provare un plugin per aggiungere modulo di contatto.